Comune di Enemonzo

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Enemonzo > Informazioni > Sport

POLISPOSRTIVA RAPID

La storia della POLISPORTIVA RAPID inizia ufficialmente nel 1953 e del primo gruppo sportivo facevano parte i giovani di Maiaso, Colza, Tartinis e Fresis. Il nome fu deciso a seguito di una votazione che vide vincere di stretta misura il nome di Rapid invece che Real, nomi legati alle squadre allora in auge e cioè Real Madrid e Rapid Vienna. I colori della prima maglia furono bianco-neri per simpatia verso squadra dell’Udinese. Gli allenamenti si svolgevano nel “Prat di mont”, un campo sportivo costruito dagli stessi ragazzi che per la passione del calcio avevano disboscato un pezzo di terreno che costeggiava la strada che da Raveo porta a Villa Santina mentre le partite ufficiali si disputavano a Enemonzo.
Dopo la fase iniziale in cui la Società sportiva partecipo al campionato del Centro Sportivo Italiano e nel quale ottenne risultati lusinghieri e incoraggianti seguì un periodo di ombra dovuto anche al necessario ricambio generazionale e a passaggi di calciatori ad altre squadre.

Nel 1965 sorse la nuova società “La Polisportiva Rapid” che inizialmente prende il nome di Rapid2 e ne fanno parte i giovani delle frazioni alte di Enemonzo e quelli di Raveo. Il primo presidente della nuova POLISPORTIVA RAPID è stato don Primo Degano. La maglia diventa (e resterà) viola perché l’allenatore di sempre Franco Foghin era un tifoso accanito della Fiorentina. Nello stesso periodo si comincia a sistemare a “Plan dal Gjal”, nel comune di Raveo, il nuovo campo sportivo per evitare di andare a fare gli allenamenti negli impianti sportivi degli altri comuni.

Notizie tratte da “il diario dei viola” di F. Castellani